Discussione:
Scemo e Doppio Scemo ,eravate a San Siro ?
(troppo vecchio per rispondere)
Fernando il Gerundio
2017-09-24 16:13:19 UTC
Permalink
Raw Message
Brutti incompetenti e portasfiga.
McManiman
2017-09-24 18:16:00 UTC
Permalink
Raw Message
Post by Fernando il Gerundio
Brutti incompetenti e portasfiga.
Gli urliamo già ANDATEVENE! prima che arrivino, beppe!
;.D
Fernando il Gerundio
2017-09-24 20:47:30 UTC
Permalink
Raw Message
Post by McManiman
Post by Fernando il Gerundio
Brutti incompetenti e portasfiga.
Gli urliamo già ANDATEVENE! prima che arrivino, beppe!
;.D
Diciamoci la verità`...e` una vergogna che S e DS siano tifosi del Genoa
b***@yahoo.it
2017-09-25 14:28:32 UTC
Permalink
Raw Message
Post by McManiman
Post by Fernando il Gerundio
Brutti incompetenti e portasfiga.
Gli urliamo già ANDATEVENE! prima che arrivino, beppe!
;.D
Non sono io :-)

Stavo leggendo la storia del Savona calcio.

Capirci qualcosa è più difficile che capire il patto di stabilità e gli algoritmi con cui sapere a fronte di un aumento del PIL del 3,3% di quanto può diminuire il disavanzo pubblico.

In pratica cose che solamente Pina Picierno e la cugina di Pier Paolo Cizzia conoscono.

Comunque proviamo ad aprire il libro Savona.

Una dlele figure più intriganti è Evaristo “Ringo” Malavasi.
Allenatore fuori di testa. Indossava sempre e solo calzini bianchi.

Nelle partite interne per scaramanzia metteva (lui di persona) una monetina da 5 lire nascondendola sotto il cerchio di gesso di centrocampo.

Nelle partite che riteneva più nervose, per evitare l'espulsione, si presentava a bordo campo con il camice da infermiere della Croce Rossa.
Una volta vestito da infermiere entrò in campo per picchiare l'arbitro: fu cacciato fuori.

Rientrò 10 minuti dopo, con barba finta, vestito da pompiere.

Era l'allenatore del Savona ai tempi della prima retrocesisone in C dei rossoblu.

Era un bel Savona: Barlassina e Zucchini i migliori. E c'era pure Rumignani.

La cosa bella di quel campionato di serie C, che voi grifoni ricordate esclusivamente per la promozione, è che c'erano personaggi che poi spopolarono a livelli alti o che venivano da stagioni ad alto livello in serie A.
Oppure che per motivi svariati è sempre bello ricordare.
Butto lì alla rinfusa: Malatrasi nella Spal (che fu la vostra rivale fino in fondo per la promozione), Bertarelli e Campanini nell'Ascoli guidato da Carletto Mazzone!!!

Nel Rimini Paolo Conti in porta e Spadoni in attacco e Pivatelli coach!

Nella Lucchese c'era Volpato, uno dei migliori numeri 10 di sempre (mia personalissima opinione): oggi sarebbe titolare inamovibile in Nazionale e Pirlo gli avrebbe baciato il culo per 20 anni.

L'allenatore del Prato era Petagna, nonno dell'attuale centravanti dell'Atalanta.

L'allenatore della Maceratese era Gianmarinaro e in squadra c'era Ambrogio Valadè!!!

Nello Spezia Grassi in porta e Spanio a dettar legge a centrocampo.

Nel Viareggio allenatore Riccomini e in campo Giampaglia.

Nell'Entella c'erano Gittone (ci ho giocato contro in un Palasport lui era nella Carrozzeria Italo, io ero tra i pali a difendere la "Pane e Pelle" perchè i nostri sponsor erano un panificio e un negozio che vendeva borse) e Pacciani che è diventato famoso come commercialista.

E poi, sparsi, Salvemini nell'Empoli, Caocci nell'Olbia.

Nell'Anconitana (che bel nome, non l'attuale Ancona) c'erano dei miti: in panchina David (quello del cazzotto in Cile ai mondiali del 62) ed in campo Di Giacomo (quello del gol del Mantova retrocesso all'Inter di Sarti all'ultima giornata che costò lo scudetto ai nerazzurri in favore della Juve di Heriberto) e Carpanesi scudettato a Firenze e poi a fine carriera alla Samp.

E poi alcune chicche che Archi sicuramente gradirà: Rubinato nell'Imola, Cadeddu nel Torres (allenato da Genta), Ciani, Capecchi e Bardi nel Ravenna di Omero Tognon!!!

Quello era calcio.
Quello era IL CALCIO!

Viva la Signora Longari, viva il Signor Volontieri!!!

Loading...